Due mesi dopo lo sbarco del 6 giugno 1944, il Battaglia di Normandia infuria ancora. Quasi 2 milioni di soldati si oppongono in combattimenti molto difficili. Dall'inizio di agosto 1944 gli eventi accelerarono improvvisamente con il crollo e la fuga degli eserciti tedeschi. La liberazione è vicina e si giocherà all'inferno Battaglia della tasca Falaise-Chambois

The Falaise-Chambois Pocket: l'inizio della fine

Operazioni Totalizzate e Trainabile: Obiettivo Falaise! 

Il 6 agosto 1944, il fallito tentativo di controffensiva ordinato da Hitler nel sud della Manica (operazione Lüttich), offrì un'inaspettata opportunità alle truppe alleate di accerchiare e intrappolare l'esercito del Reich in rotta. È quindi una corsa contro il tempo che inizia per il 2nd Canadian Corps. Dal 7 agosto parte da Caen, appena liberato, verso Falaise. Di fronte, 3 divisioni tedesche, inclusa la famigerata 12a SS Hitlerjugend, opposero una feroce resistenza.  

Ci vorranno 10 giorni affinché i soldati alleati, anglo-canadesi e polacchi, percorrano i 40 km che separano Caen e Falaise. 

Scogliera, città liberata! 

Libération de Falaise

Gli Alleati entrarono a Falaise il 16 agosto 1944. Obiettivo strategico bombardato il 6 giugno 1944, molte macerie bloccarono le strade della città. Tra le rovine, un manipolo di soldati della 12a SS Hitlerjugend fece scavi nella vana speranza di rallentare l'avanzata delle truppe alleate. Mentre la 1a DB polacca si diramava a est, il grosso delle truppe canadesi continuò la sua avanzata verso Trun dopo aver liberato gli assi principali della città. 3 battaglioni canadesi sono responsabili della "ripulitura" di Falaise dalle ultime sacche di resistenza nazista: il Cameron Highlander of Canada della regina, il South Saskatchewan Regiment e i Fusiliers Mont-Royal, supportati dallo Sherbrooke Fusilier Regiment e dai suoi 24 carri armati Sherman.   

La resistenza tedesca si concluse con l'attacco alla Scuola Superiore per Ragazze in cui si erano rifugiate le ultime SS.

Il 17 agosto 1944 scocca finalmente il tempo della Liberazione di Falaise. La popolazione duramente colpita celebra i suoi liberatori. Riparato nelchiesa della Trinità, quasi 300 civili sono miracolosamente sfuggiti al peggio dopo che l'edificio è stato preso di mira dal fuoco dell'artiglieria nella notte tra il 16 e il 17 agosto.   

The Falaise-Chambois Pocket: la battaglia definitiva 

Avviata il 7 agosto, la manovra di accerchiamento per i soldati tedeschi iniziò la sua fase finale tra il 16 e il 18 agosto 1944. Americani e francesi (2a divisione corazzata del generale Leclerc) da sud, polacchi da nord, canadesi e inglesi dall'est. Al suo massimo, l'annientamento minaccia 3 eserciti tedeschi. Perseguitati giorno e notte dall'aviazione e dall'artiglieria, i tedeschi faticarono a riorganizzarsi.

Il 19 agosto, le truppe alleate completano il loro incrocio e chiudono la Falaise-Chambois Pocket. Quindi iniziarono le battaglie più terribili della battaglia di Normandia. 100 tedeschi tentarono di fuggire dalla trappola attraverso la collina 000 difesa dalla 262a DB polacca. Le truppe polacche subirono numerosi assalti durante 1 giorni di aspri combattimenti. A volte in mischia per mancanza di munizioni. Devono affrontare gli assalti dei fuggitivi; ma anche a quei rinforzi che sono riusciti a uscire dalla Tasca. Il 2 agosto 21 il Pocket chiuse. Questa chiusura segna la fine della Battaglia di Normandia e la liberazione della Regione.  

Memoriale di Montormel

Situato nel cuore della tasca Falaise-Chambois, il Memoriale di Montormel offre un tuffo indimenticabile nell'inferno di questa battaglia finale. La sua scoperta costituisce un'esperienza emotiva ed educativa di raro significato.

La battaglia della tasca Falaise-Chambois : una valutazione difficile 

Il bilancio umano della battaglia di Falaise-Chambois Pocket è spaventoso. Mentre 50 tedeschi alla fine riuscirono a fuggire, 000 furono fatti prigionieri e oltre 40 uccisi. Da parte alleata, le perdite sono stimate in circa 000 uomini messi fuori combattimento. Il paesaggio è indescrivibile; ai morti umani si aggiungono 12 cadaveri di cavalli oltre a migliaia di carcasse metalliche di veicoli e attrezzature abbandonati. L'orrore è tale che gli abitanti situati a diverse decine di chilometri di distanza soffrono per gli odori e le nuvole di mosche attratte dai corpi in decomposizione.

In fretta, grandi pozzi vengono scavati e demoliti indiscriminatamente con grovigli di carne e metallo. Nel dopoguerra il settore fu suddiviso in concessioni vendute a rottamatori che pian piano liberarono il paese dalle cicatrici metalliche della Battaglia. Le quantità sono tali che l'ultimo non chiuderà fino ai primi anni 2000.

A livello puramente strategico, il Falaise-Chambois Pocket segna l'inizio della fine per l'esercito tedesco, che non si riprenderà mai davvero da questo episodio. Totalmente disorganizzate, le truppe del Terzo Reich potranno opporsi a una vera resistenza solo una volta varcato il confine belga. Quindi, se gli Alleati hanno impiegato quasi 3 mesi per liberare la Normandia, sono bastati solo pochi giorni per raggiungere il Belgio il 2 settembre.

memoriale della scogliera

I civili, dopo aver subito l'Occupazione per diversi anni, devono ora riprendersi e ricostruire tutto dopo i combattimenti dell'estate del 1944.
Le Memoriale della scogliera, inaugurato nel 2016, raramente evoca il destino di questi civili in tempo di guerra.