Tempo di lettura: 3 min

Per garantire la continuità e la qualità del nostro servizio durante la stagione, da questo mese di giugno si uniscono al nostro team due lavoratori stagionali: Clara fornirà informazioni turistiche nei nostri uffici di accoglienza di Falaise e Pont-d'Ouilly. Quanto a Margot, vi accoglierà durante la vostra visita al Memoriale di Falaise.

Clara

Clara, puoi presentarti in poche parole?

Ho 20 anni, vivo a Villers-Canivet e sono uno studente inglese LLCER presso l'Università di Caen. Ho scelto questa specializzazione perché ho sempre amato l'inglese e mi piace scoprire nuove culture.


Qual è stata la motivazione che ti ha spinto a candidarti come lavoratore stagionale?Office de Tourisme ?

Ho deciso di candidarmi all'Ufficio del Turismo perché volevo poter mettere a frutto le mie competenze in inglese ed essere in contatto con le persone. Inoltre mi attirava l’idea di poter aiutare i visitatori a scoprire la mia città natale, alla quale sono affezionato.


Sei entrato nel team da pochi giorni, hai già un aneddoto sul tuo lavoro da raccontarci o uno dei tuoi preferiti?

Tra i tanti visitatori che ho già incontrato, una coppia tedesca mi ha particolarmente colpito per il loro umorismo e il loro buon umore. Inizialmente lì per informarsi, hanno finito per condividere aneddoti e raccontarci il loro amore per la Francia e più in particolare per la Normandia. Hanno scherzato sul fatto che preferiscono venire in Francia perché secondo loro i tedeschi sono sempre di cattivo umore mentre qui siamo molto accoglienti. Dato che i francesi sono notoriamente scontrosi, questa informazione mi ha fatto ridere (la coppia non era affatto d'accordo con questo luogo comune!). 

Margot

Margot, puoi presentarti in poche parole?

Ho 22 anni. Vengo da Bretteville-sur-Laize, attualmente sto frequentando un Master di ricerca in Storia contemporanea. Ho voluto seguire questo percorso perché dalla classe 6esimo, il mio insegnante di storia mi ha introdotto alla costruzione di monumenti con le zollette di zucchero (sì sì!). Da allora ho partecipato al Concorso Nazionale di Resistenza e Deportazione; nella competizione Moot Court; e oggi faccio parte della Fondazione per la memoria della deportazione.


Qual è stata la motivazione che ti ha spinto a candidarti come lavoratore stagionale? Memoriale della scogliera ?

Volevo lavorare in un ambiente e in un ambiente che corrispondesse ai miei studi e a ciò che voglio fare in seguito. Inoltre, la posizione del Memoriale è un luogo piacevole.


Sei entrato nel team da pochi giorni, hai già un aneddoto sul tuo lavoro da raccontarci o uno dei tuoi preferiti?

Questo 6 giugno ho incontrato un gruppo che stava facendo una rievocazione storica. Tutti indossavano abiti d'epoca. Ho fatto loro i complimenti per il loro outfit, così mi hanno regalato una brochure e mi hanno invitato a venire a vedere cosa stavano facendo da vicino.